PROMOZIONE "GUADAGNA FGG POSTANDO" ATTIVA

processori di pagamento

In questo punto di informazione trovi tutti i dettagli del guadagno online come terminologie e consigli
Regole del forum
FGG Point (thread 0,05 Post 0,01)
Avatar utente
Pousinha
Messaggi: 2871
Iscritto il: 29/06/2018, 5:07
Cash on hand: Locked
Bank: Locked
Località: Brasile
Contatta:

processori di pagamento

Messaggioda Pousinha » 10/01/2019, 22:47

Per processori di pagamento si intendono servizi online che servono sia per effettuare pagamenti che per riceverli. Quando si svolge telelavoro è normale che i pagamenti si ricevano nell'account di un processore, anzichè nel conto corrente o carta prepagata. Questo succede sia per svariate sedi di telelavoro italiane che estere. In quest'ultimo caso è quasi impensabile che mandino pagamenti su un vero e proprio conto corrente, perchè le spese lievitano. Il più conosciuto e gettonato è paypal, ma negli ultimi anni ne sono nati parecchi altri, come payoneer. Paypal è comunque il processore più usato di tutti, a meno che non si guadagni dal mercato russo, che non lo accetta e dunque in quel caso lì il più in vista è payeer, che però richiede, per la verifica, un selfie con documento in cui la foto è visibile e una bolletta obbligatoriamente a proprio nome (attenzione, domicilio e residenza in questo caso devono coincidere, perchè in Russia, così come in Brasile, pare non esistere legalmente tale differenza). In ogni caso mi soffermerò più che altro sul più ben conosciuto e più usato paypal, del quale chi svolge telelavoro molto difficilmente potrà fare a meno. Per chi non lo sapesse, per poter prelevare i guadagni da paypal, non è obbligatorio il conto corrente, potendo associarvi anche solo la postepay gialla. Chi volesse aggiungere il conto corrente può farlo, ma in tal caso consiglio di non attivare l'opzione che permette di attingervi in caso di saldo insufficiente per una compera, perchè in caso di violazione di account paypal il malvivente di turno potrebbe ripulirvi del conto bancario :? A partire da alcuni anni, c'è da aggiungere che il fisco italiano considera paypal (e di conseguenza anche tutti gli altri processori di pagamento, dato che nessuno di essi ha sede in Italia) un vero e proprio conto estero e dunque va dichiarato nel quadro RW. Però attenzione, in tal caso l'IVAFE si paga soltanto se la giacenza è superiore a 5000 euro, così come avviene per i conti italiani. Per ulteriori informazioni sul punto e aggiornamenti eventuali chiedo di effettuare ricerche più approfondite, perchè non vivo in Italia da anni e tutto quel che so di novità è tramite googlate e notizie di seconda mano :mrgreen:. Altre info su paypal le avevo a suo tempo postate nella sezione informatica. Qui basti sapere che è il principale mezzo di ricezione dei guadagni da telelavoro. E ora...mi auguro di non sentire/vedere mai più la fatidica domanda "cos'è paypal?" che mi sarò sorbita non so quanto... :lol: :lol: :lol: :lol: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

processori di pagamento

Ads

Ads
 

Torna a “Indice guadagno”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti