• 22 Settembre 2021 11:13

Forumguadagno.it

Il blog che ti aiuta a guadagnare online, a risparmiare e tanti altri consigli

Devi acquistare un’automobile ma non hai liquidità? Il prestito auto fa al caso tuo

DiFGadmin

Dic 28, 2016

Guida al prestito auto

 

Il prestito auto fa parte della categoria dei prestiti finalizzati, cioè quelli erogati con una precisa finalità, una precisa destinazione all’ammontare di denaro ricevuto a prestito, nel caso specifico, l’acquisto di un’auto.

Il concessionario al quale ci si rivolge per l’acquisto del veicolo stipula, prima delle vendite, un accordo con uno o più istituti finanziari, in modo da poter offrire ai potenziali clienti diverse possibilità di prestito per il pagamento.

Generalmente i rivenditori che stipulano questo tipo di accordi, ricevono una provvigione dall’istituto finanziario, a titolo di ricompensa per il “procacciamento di clientela”. Inoltre, il rivenditore stesso farà anche da assistente a chi deciderà di approfittare di una delle proposte di prestito offerte, fornendo delucidazioni sui termini del contratto e sulla documentazione necessaria e, nella maggior parte dei casi, incaricandosi egli stesso ad inviare tutto quanto occorre all’ente finanziario per valutare la richiesta di prestito.

Se il prestito auto verrà accettato, il suo importo, maggiorato della provvigione destinata al rivenditore, verranno versati direttamente nel conto di quest’ultimo.

 

Il rimborso del prestito

Dal momento in cui viene accettata la richiesta di prestito auto, viene stabilito anche il dilazionamento delle rate per la sua restituzione, che verranno versate dall’effettivo debitore, ovvero colui che ha effettuato l’acquisto , alla finanziaria. Il pagamento delle rate è costante e segue solitamente un piano di ammortamento prestabilito, ossia uno scadenziario che prevede quando scadono le rate e a quanto ammontano.

Tale strumento viene, poi, dettagliato nel contratto di prestito che è stato preventivamente sottoscritto con la “assistenza” del rivenditore. C’è da prestare attenzione, però, ad alcuni dettagli:

  • le finanziarie, infatti, vendono il prodotto “prestito” ed hanno solo interessi nel guadagnarci, anche andando contro gli interessi del cliente; per questo è sempre bene tener presente che se qualcuno vende a qualcun altro, è sempre il primo a doverci guadagnare qualcosa, che è forse la legge di mercato su cui si fonda il libero scambio.

 

Le caratteristiche

Gli importi erogabili per l’acquisto dell’auto coprono in genere al massimo l’80% del valore complessivo dell’auto, rispettando, ad ogni modo, il tetto massimo previsto di 35.000 euro. La durata del rimborso del prestito auto è solitamente compresa tra i 6 e i 60 mesi. Tali dati, però, sono del tutto orientativi, infatti ogni istituto finanziario ha i suoi criteri, i suoi princìpi e i suoi limiti.

Ma le variabili possono cambiare anche in base al veicolo: infatti, la durata del rimborso di un prestito ottenuto per l’acquisto di un’auto usata solitamente è inferiore rispetto a quella ottenuta per l’acquisto di un’auto nuova. Anche per queste due casistiche, sono stabiliti dei tetti minimi di importo del prestito, al di sotto dei quali le operazioni di finanziamento non sono ammesse, visto che non converrebbero all’ente erogante.

 

I requisiti per la richiesta del prestito

I requisiti richiesti per l’ottenimento di un prestito auto sono solitamente simili a quelli necessari per un prestito bancario, vale a dire la capacità di restituire il debito da parte del richiedente che, quindi, dev’essere un lavoratore oppure anche un pensionato, che documenti la sua possibilità di risarcimento. In caso di mancanza di garanzie del genere, può essere richiesto, da parte dell’istituto finanziario, l’intervento di un garante, cioè un terzo che garantisca a suo nome le capacità del soggetto richiedente.

 

Istituti predisposti ad erogare il prestito auto

Le società predisposte ad erogare il prestito auto sono le società finanziarie specializzate nel credito al consumo, le banche generaliste e le società automobilistiche. Per quanto concerne la prima categoria, in essa sono comprese le società identificate come fonte di credito maggiormente utilizzata per richiedere un prestito per l’acquisto di un’auto, e questo è dovuto soprattutto alle convenzioni che esse fanno direttamente con i concessionari o rivenditori.

 

Le banche generaliste, invece, non operano propriamente nel settore del credito al consumo, cioè non hanno una convenzione con venditori di auto, e per questo motivo, il tipo di prestito che erogano, in questo contesto, è più simile ad un prestito personale di importo ridotto. Le banche, quindi, baseranno la valutazione della richiesta del prestito per auto sul profilo del cliente, e non certo sul tipo di auto che esso vuole acquistare, resta chiaro, però, che potrebbero anche richiedere un preventivo firmato dal rivenditore della vettura, oltre ad essere nelle condizioni di richiedere l’intervento di un garante.

 

Infine, riguardo alle società automobilistiche, alcune di esse possono avere tutti i requisiti per potere erogare dei prestiti per l’acquisto dei propri prodotti. Tali società vengono dette anche captive o di marca e operano nel settore finanziario, col solo scopo di incentivare la clientela all’acquisto di loro prodotti, offrendo delle soluzioni di prestito con sconti e facilitazioni.

Solitamente, malgrado tali società applichino delle condizioni particolarmente favorevoli nel prestito, c’è da dire che spesso tali vantaggi vengono collegati solo ad alcuni modelli ed, in genere, a quelli di ultima uscita e, quindi, più costosi.

FGadmin

Ciao sono FGadmin, creatore di forumguadagno.it Sono appassionato di metodologie di guadagno online, creazione e sviluppo siti internet, strategie seo e dintorni. Il mio lavoro online è un passatempo perchè so che è molto difficile riuscire a vivere solo grazie internet. Prendo tutto alla leggera ma ci dedico impegno per migliorare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Live casi Covid