• 22 Settembre 2021 10:59

Forumguadagno.it

Il blog che ti aiuta a guadagnare online, a risparmiare e tanti altri consigli

Come effettuare il calcolo del prestito per verificare gli interessi da pagare

DiFGadmin

Dic 27, 2016

 

Perché il calcolo del prestito

Il calcolo del prestito oltre a permettere di valutare l’importo della rata che si va a pagare, da cui si otterrà l’ammontare totale del rimborso del debito, ma anche di fare il calcolo degli interessi che andrete a pagare sull’importo finanziato.

Questo è evidente visto che il capitale, ossia la somma erogata e concessa al richiedente, non è pari a quello che lo stesso andrà a restituire: ad esso verranno aggiunti gli interessi, ossia il guadagno netto dell’istituto erogante. Per cui la somma, da capitale, verrà chiamata montante.

Ecco perché è bene fare un meticoloso calcolo del prestito: non solo per sapere quale istituto ci potrebbe concedere la somma che ci necessita o in quanto tempo possiamo estinguere il debito, ma anche e soprattutto quanto il “prodotto finanziario” ci viene a costare, sotto forma di interessi.

 

Criteri per il calcolo del prestito

Il calcolo del prestito, quindi, come detto, è uno strumento utile, ed è necessario quindi capire come effettuarlo; in particolare segnaliamo due criteri.

  1. Un criterio può essere quello di partire dall’importo necessario, tenendo conto che a questo verranno poi aggiunti gli interessi, che faranno lievitare la cifra da restituire. A questo punto consideriamo due elementi: il tempo, ossia in quanto tempo prevediamo di potere restituire il debito attraverso le rate, e qual è la proporzione tra il tempo e l’importo della rata; su questi due elementi sarà possibile effettuare il calcolo degli interessi, una parte dei quali verranno a costituire l’importo della rata stessa.
  2. Un altro criterio può essere quello di cominciare il calcolo iniziando dall’importo massimo che è possibile pagare mensilmente per rimborsare il prestito; stabilita una cifra massima per la rata, verrà calcolato il tempo di rimborso e gli interessi.

 

Criteri per calcolare la rata del prestito

Diversamente dal calcolo del prestito, il calcolo della rata è effettuabile solo attraverso un criterio, in particolare una formula, la quale contempla l’importo totale, il tasso d’interesse, il numero di anni ed il numero di rate del piano di ammortamento.

Per fortuna del richiedente, benché la formula sia unica, molteplici sono gli strumenti che permettono di effettuare questo calcolo in modo semplice ed efficace. Uno di questi, ed anche il più usato, è quello di sfruttare le griglie di calcolo presenti sui siti delle banche o degli istituti che erogano prestiti. Queste griglie prevederanno la compilazione da parte del richiedente di alcuni campi tra cui l’importo del prestito, la durata del rimborso, il numero di rate ed il tasso d’interesse. Da questi dati, il programma calcolerà l’ammontare delle rate. Un altro metodo può essere quello di richiederlo direttamente alla banca in fase di preventivo, personalmente o tramite il sito internet dell’istituto.

 

Istruzioni per il calcolo del prestito online

Come già detto nella guida dedicata ai prestiti online, si consiglia, per praticità, velocità e risparmio di costi, di effettuare il calcolo dei prestiti on line. Il mezzo telematico dà il grande vantaggio di potere fare diversi calcoli, modificando le variabili. Vi sono addirittura dei siti creati appositamente per aiutare i soggetti interessati al calcolo dei presti e molti di questi danno la possibilità di collegarsi direttamente con l’istituto che li eroga, i quali pongono nei contratti quelle condizioni ottenute nel risultato del calcolo.

Il modulo online sarà simile a quello per il calcolo della rata: è richiesto di compilare alcuni campi come quello della somma totale del prestito, la durata, la cadenza delle rate (mensile, trimestrale, semestrale, annuale ecc), ed il tasso d’interesse.

 

Per quali prestiti è possibile fare il calcolo

Le categorie di prestiti per cui è possibile effettuare i calcoli suddetti sono fondamentalmente due:

  1. prestiti personali
  2. prestiti finalizzati, rientranti nella categoria del credito al consumo

. Il modello descritto nel paragrafo precedente è quello più adatto per i prestiti personali, mentre è possibile effettuarvi, con le dovute modifiche, anche i prestiti finalizzati per acquisto di auto, elettrodomestici, ristrutturazione casa, mobili, corsi sportivi e simili.

Ad esempio, nel caso di un prestito per acquisto di automobili, ci sarà richiesto: se l’auto è usata o nuova, l’importo totale del prestito, l’opzione di integrazione dell’assicurazione, e la cadenza delle rate. Otterrete, da queste informazioni, l’importo della rata ed i tassi d’interesse.

FGadmin

Ciao sono FGadmin, creatore di forumguadagno.it Sono appassionato di metodologie di guadagno online, creazione e sviluppo siti internet, strategie seo e dintorni. Il mio lavoro online è un passatempo perchè so che è molto difficile riuscire a vivere solo grazie internet. Prendo tutto alla leggera ma ci dedico impegno per migliorare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Live casi Covid